Una poesia della poetessa Noela Firmian (Marianna Stirparo)su Soriano

Di sparse colline e d’alberi che dominano la valle

così è fatta Soriano

nell’immortal posizione della mia mente

riversa sul greto d’un fiume

ove s’abbeverano le greggi
e un usignolo mi dona il suo canto.
Dai trespoli l’orgoglio sale sui monti
si vanta della vista
sul maestoso convento
ove fiori cresciuti alla svelta
conservano semi d’una severa bellezza
e d’una più antica storia
rivelata sui volti di marmo
nascosti fra l’erba.
Stipata dalle stagioni
nei gherigli
l’infanzia resiste paziente
fino alla maturità in pieno autunno
il tempo ove tutto è concesso.
Come fugge il giorno
la mela succosa perisce
nel fertile terreno
mentre il papavero si piega nel sonno.
L’immagine torce
la mia vulnerabilità
s’immerge sì profonda
che crea radici nel vespro.

Noela Firmian

11825100_10200692198663235_3618845035723651063_n

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...