Tutti gli articoli di turismosorianocalabro

“SORIANO CALABRO identità simboli memorie strategie del ricordo” di BATTAGLIA Martino Michele

“SORIANO CALABRO identità simboli memorie strategie del ricordo” di BATTAGLIA Martino Michele

Immagine

 

Autore: Martino Michele Battaglia, è dottore di ricerca in ‹‹”Scienze psicologiche e antropologiche” curriculum Antropologie, Istituzioni, Rappresentazioni››–Dipartimento di “Scienze cognitive e della formazione” dell’Università degli studi di Messina. È cultore di “Filosofia Teoretica”(S.S.D. M-Fil/01) presso il Dipartimento di “Scienze Umane e Sociali ” della medesima università. Insegna Antropologia Culturale presso l’Istituto Superiore per Mediatori Linguistici di Reggio Calabria. Si occupa di problematiche filosofico-antropologiche e di studio del territorio. È membro del comitato scientifico “Amici di Nicolò Serpetro” (Raccuja). Ha pubblicato sulle pagine culturali di “La Provincia di Vibo Valentia”, “Il Giornale di Calabria”, “Il Domani della Calabria”, “Il Quotidiano della Calabria”, “Calabria Ora”, “La Città del Sole”, “Revista del Estudio Teológico Augustiniano de Valladolid” (España), “Etnicex”, revista de Estudios Etnográficos (España), “Res Publica”, rivista di studi storico-politici internazionali, LUMSA (Roma), Humanities, rivista di Storia, Geografia, Antropologia, Sociologia (Università di Messina). Per Edizioni Luigi Pellegrini ha dato alle stampe, nella collana di “Metodologia delle scienze sociali” diretta da Michele Borrelli, il volume Storia e cultura in Karl Raimund Popper (2005); nella collana “Biblioteca di Voci” diretta da Luigi Maria Lombardi Satriani, Soriano Calabro. Identità, simboli, memorie, strategie del ricordo (2009); nella collana di “Filosofia Teoretica” diretta da Santi Lo Giudice, Amici e nemici della società aperta. Un dialogo (im) possibile tra culture (2012). Per le Edizioni Equilibri, Reggio Calabria, ha recentemente pubblicato nella collana di studi filosofici “La Scala Interiore” diretta da Antonino Laganà, Il Discorso della Montagna. Ipotesi e prospettive (2013). Ha curato vari servizi televisivi per il programma “Made in Calabria”, tra cui il “Festival dell’Antropologia di Catanzaro”, “La Settimana Santa a Soriano Calabro” e “La festa di San Domenico in Soriano”. Ha tenuto, nell’anno accademico 2005-2006, un Corso integrativo speciale sulla fondamentalità del sapere in Popper, all’interno delle attività didattiche dell’insegnamento di “Filosofia della comunicazione” della facoltà di “Scienze della Formazione” dell’Università degli Studi di Messina. Ha tenuto, inoltre, seminari presso la facoltà di “Lettere e Filosofia” dell’Università della Calabria sui seguenti temi: “Filosofia e scienza in Karl Raimund Popper” e “Razionalismo critico e Pedagogia in Popper, Lorenz, Wittgestein. Relatore in Calabria, Sicilia e Spagna, su alcuni aspetti demologici ed etnostorici inerenti al territorio della provincia di Vibo Valentia. Attualmente collabora tra l’altro con la ‹‹Rete delle Eccellenze Calabresi›› diretta da Piero Muscari e con la ‹‹Confraternita di Gesù e Maria del Santissimo Rosario di Soriano Calabro››, privilegiando ricerche riguardanti avvenimenti e manifestazioni culturali e religiose che rientrano nell’ambito della sfera antropologica. Collabora, inoltre, a diverse riviste di Studi filosofici e Scienze Umane.

compra: http://www.pellegrinilibri.it/prodotto-143166/SORIANO-CALABRO-IDENTIT-SIMBOLI-MEMORIE-STRATEGIE-DEL-RICORDO-Itinerari-demologici-ed-etnostorici-.aspx

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

8 giugno 2014 – giornata ecologica

giornata_ecologicagiornata_ecologica_01giornata_ecologica_02giornata_ecologica_03giornata_ecologica_04giornata_ecologica_05giornata_ecologica_06Immagine

8 giugno 2014 Soriano è…cologia!
La giornata ecologica avrà inizio al termine del “Memorial Day” manifestazione organizzata dal S.A.P. per celebrare tutte le vittime del terrorismo, della mafia, del dovere e di ogni forma di criminalità. Alle ore 8:30 partirà un Giro Ciclistico da San Costantino che prevede come ultima tappa Soriano, ad accogliere il “corteo” ci saranno il sindaco di Soriano Francesco Bartone ed i ragazzi di “Soriano è”, seguirà un breve momento di riflessione in via Roma.
Successivamente si darà inizio alla Giornata ecologica. Vi aspettiamo numerosi, dalle ore 10:00 è prevista l’iscrizione dei bambini/ragazzi alla manifestazione presso il nostro stand che troverete in piazza!

Biblioteca Calabrese

Biblioteca CalabreseLa Biblioteca Calabrese, completamente restaurata, fa da cornice alla piazza principale di Soriano, ha sede nell’elegante immobile, chiamato “Palazzetto della Cultura”, costruito agli inizi del ‘900 in stile Liberty, i libri sono ospitati in ampie e luminose sale che si affacciano sulla verdeggiante valle del Mesima. Certo, sono passati un po’ di anni da quando iniziarono ad allinearsi negli scaffali vuoti i primi tomi, oggi, il patrimonio librario riunito, restaurato e conservato, ammonta a circa 34.000 volumi.
10338332_1447828662129247_1700259751435346193_n 10346625_1447828658795914_5161689210028284723_n Codex-Purpureus-Rossanensis-web Interno-della-Biblioteca-Calabreseweb

CESTE IN VIMINI ( in dialetto sono chiamate panari, sporte, sporteja )

10371740_1438412309749371_5032378566667566613_n 10340140_1438411929749409_6216454434787773294_n 10154441_1438412899749312_5928384257262011620_n

CESTE IN VIMINI

 

Le ceste in vimini , in dialetto i panari, sono un’ antica tradizione dell’artigianato tipico calabrese. I cestini di vimini sono intrecciati con canne, i cosi detti panari o panierini , circolari con il manico ad arco, sono realizzati con rami di salice e di canne o di castagno.
L’ intrecciatore di vimini è un mestiere purtroppo in estinzione, sono rari ormai i maestri intrecciatori cestai. Tuttavia è possibile ancora vedere i vecchi maestri cestai all’opera lavorare ed intrecciare vimini nei paesini dell’entroterra calabrese. E’ affascinate imbattersi in uno spettacolo raro ed osservare i movimenti armoniosi delle mani svelte che intrecciano una miriade di rami che piano piano prendono la forma di una ceste. È notevole la produzione di ceste in vimini a Soriano Calabro, dove i maestri cestai realizzano ancora i ’cannistri‘ tipici contenitori calabresi destinati per gli ortaggi o frutti. Per la lavorazione delle ceste in vimini comunque è famosa Soriano Calabro, un centro delle Serre Vibonesi ,celebre per la produzione di oggetti, ceste, cestini, panari, cannistre, ferlazze, sedie, tavolini, poltroncine, tutti realizzati con i vimini, canne, salice, castagno.

Mestieri che ci lasciano l’amaro in bocca e che le imitazioni della Cina non riusciranno mai ad addolcire. Quei mestieri sui quali sono stati costruite storie e aneddoti. Ve ne propongo uno, giusto per una risata. Un venditore bandiva il suo aceto forte «Acitu forti! Acitu forti signò!». Un altro cercava di vendere i propri ombrelli «Para acqua signori! Para acqua signori!». Un terzo proponeva cinture «U currijaru di Surianu!». La gente udiva acitu forti, acitu forti, signò. Para acqua signori, para acqua signori. U currijaru e Surianuuuuuu. Che tradotto in italiano vorrebbe dire: aceto forte, aceto forte, signori, sembra acqua signori sembra acqua signori. L’hanno mandato via da Soriano Calabro

 

citazione bibliografice

 

Francesco Tassone 2014, http://www.corrierelocride.it

 

Museo Terremoto – Muterr (prossima-apertura)

 

FotoMuseo del Terremoto @copyright Francesco Schiavello  ( http://www.schiavello.it/it/Progetti/MUTER+-+Museo+del+Terremoto ) ( E’ ASSOLUTAMENTE VIETATA LA RIPRODUZIONE IN QUALSIASI FORMA E PER QUALSIASI UTILIZZO )

Museo_Terremoto_SchiavelloArchitectsOffice_01Museo_Terremoto©SchiavelloArchitectsOffice_05Museo_Terremoto©SchiavelloArchitectsOffice_07Museo_Terremoto©SchiavelloArchitectsOffice_09Museo_Terremoto©SchiavelloArchitectsOffice_15Museo_Terremoto©SchiavelloArchitectsOffice_19Museo_Terremoto©SchiavelloArchitectsOffice_20Museo_Terremoto©SchiavelloArchitectsOffice_21Museo_Terremoto©SchiavelloArchitectsOffice_28

“Recupero e Riqualificazione Area Ipogeica Complesso Monumentale Antico Convento di San Domenico”

Anche dopo il terremoto del 1783, nei periodi bui di questa storia come le soppressioni Napoleoniche e Unitarie, il culto è stato tenuto vivo, ma il patrimonio artistico e culturale non ha mai visto una coerente e completa valorizzazione. I marmi sono stati murati alle pareti, i pochi oggetti di culto sono stati chiusi nelle casseforti ed i paramenti sono stati esposti per come possibile in modo provvisorio insieme ai quadri. Negli ultimi anni lo sforzo è stato moltiplicato, le rovine sono state liberate dalle vegetazione che le opprimeva e ne nascondeva la bellezza, i marmi sono stati sistemati in un museo che organicamente racconta un percorso cronologico e stilistico. Questo è però solo l’inizio
di quanto si può fare per rendere visibile al mondo un luogo che lascia meravigliato ogni pellegrino e visitatore da cinque secoli ai giorni nostri. Alcuni progetti già in essere puntano alla riscoperta della vocazione del territorio verso l’arte, la cultura ed il turismo. A tal fine sono state avviate azioni di completamento del polo museale sorianese
mettendo in rete ed esponendo l’enorme patrimonio artistico presente. Per la presente proposta si effettuerà una campagna di scavi, di accertamento e ricognizione finalizzati alla rimozione degli strati di vario materiale depositato sui resti murari, così che possano
emergere ulteriori “segni”che ci possano consentire di poter leggere ancora di più il passato, la vita quotidiana e le varie fasi edilizie della “Santa Casa”. Interventi di conservazione e restauro che comprenderanno sia il restauro estetico dei ruderi, il consolidamento strutturale delle volte della zona ipogeica, una messa in sicurezza ed i relativi impianti tecnologici a norme.

Si porterà quindi alla luce una parte importante di questo monumento finora rimasta “nascosta” e mai fruita; tutti gli antichi spazi architettonici dell’ala sud-ovest, volgarmente detti “Scuri” in quanto ipogeici, residui, a testimonianza di quella che fu la più “funesta catastrofe” causata dal terremoto
del 1783, potranno tornare ad essere fruiti e destinati a più consoni usi, soprattutto museali, il “Museo del Terremoto – MuTerr” ma anche per esposizioni temporanee di mostre, luogo per eventi culturali di vario genere e convegnistici.

 

Per dare il senso del terremoto e del movimento e per rendere  la visita più suggestiva verrà realizzata una controsoffittatura realizzata in costoloni assemblati tra loro che riprendono le forme del movimento ondulatorio del terremoto.

Il visitatore entrerà in un luogo e in un’atmosfera incredibilmente suggestiva!

maggiori informazioni http://www.schiavello.it/

 

Museo dell’arte antica – Pinacoteca (in fase di allestimento-Prossima Apertura)

12670773_10206264539787780_7146439053627202312_n

@francescobartone

( E’ ASSOLUTAMENTE VIETATA LA RIPRODUZIONE IN QUALSIASI FORMA E PER QUALSIASI UTILIZZO )

 

Museo dell’arte antica – pinacoteca

Il Museo dell’arte antica-Pinacoteca raccoglierà gli argenti, gli arazzi, gli arredi sacri e i paramenti che facevano parte del “tesoro” dei domenicani prima del 1783.

L’area oggetto di intervento sarà altresì dotata di servizi e attrezzature che le consentiranno di essere vissuta in ogni stagione dell’anno, nelle diverse ore del giorno, promuovendo così una nuova vitalità urbana, economica, sociale ed ambientale in maniera che il territorio circostante diventi elemento fondamentale, parte integrante e non solo sfondo urbano.

La pinacoteca di arte antica, occupa uno spazio di mille metri quadri ove sono stati riunite tutte le opere appartenenti alla famosa quadreria del convento di San Domenico, riferibile ai secoli XVI-XVII-XVIII, e che sarà inaugurata a fine aprile». All’interno della struttura è stata dedicata anche «una piccola sezione di circa 200 metri quadri con opere importanti contemporanee».

Questa nuova pinacoteca sarà uno spazio moderno all’interno del palazzo ex convento domenicano progettato e ultimato secondo le più innovative tecniche museografiche.

Un moderno ricetto con la presenza di quadri importanti tra i quali spiccano 14 opere pittoriche riferite a Angelo Savelli, Andrea Alfano, Franco Azzinari, Vincenzo Caridi, Andrea Cefaly jr, Domenico Colao, Franco Magli (Francomà), Antonio Marasco, Cesare Berlingeri, Albino Lorenzo, Enotrio, Nik Spatari e Mimmo Rotella. Tutti  artisti calabresi e appartenenti a vario titolo alle diverse correnti ed avanguardie artistiche contemporanee italiane e internazionali.

 

Credits

Progettazione Impianto illuminotecnico, Impianto di Climatizzazione, Impianto Elettrico, Impianto Antincendio, Impianto Videosorveglianza e Antrintusione: Arch. Francesco Schiavello ( www.schiavello.it) , Progettazione architettonica e direzione lavori : Arch. Felice Castrignanò

Condizioni d’uso

Nessuna parte di questo Sito web, immagini comprese può essere riprodotta o copiata senza il consenso scritto a TURISMO SORIANO CALABRO

Questa pagina può contenere altre informazioni sulla proprietà e il copyright, le cui condizioni vanno osservate e seguite.

Tutti i testi e le immagini inseriti in questo sito sono coperti dal copyright e di proprietà dei legittimi proprietari, pertanto E’ VIETATA la copia e la riproduzione degli stessi anche parziale non è permessa previo consenso dei detentori del copyright.

 

Le informazioni contenute in questo sito Web possono contenere inesattezze tecniche o errori tipografici. Le informazioni sono soggette a cambiamenti o aggiornamenti senza preavviso. Alcuni servizi del portale possono essere momentaneamente sospesi senza alcun preavviso; www.turismosorianocalabro.org  si riserva inoltre il diritto di apportare cambiamenti e/o miglioramenti, senza preavviso e in qualsiasi momento, ai prodotti e/o programmi ed informazioni nonchè servizi descritti ed offerti in questo sito.

Entrando in questo Sito Web voi dichiarate di comprendere e di accettare tutte le clausole e le condizioni qui elencate. Se non comprendete o non accettate tali clausole e condizioni, non utilizzate questo Sito Web:

Il contenuto disponibile in questo Sito Web deve essere utilizzato soltanto a SCOPI INFORMATIVI E NON COMMERCIALI;
Il contenuto di testo, grafica o altro disponibile in questo Sito Web non deve essere modificato in alcun modo;
Le immagini disponibili in questo Sito Web non devono essere utilizzate, copiate o distribuite separatamente dal testo che le accompagna. Nulla di quanto è contenuto qui sarà da intendersi come implicita o esplicita concessione o licenza di un qualsivoglia diritto ad utilizzare qualunque brevetto, copyright, marchio registrato o altra proprietà intellettuale di turismo soriano calabro o di terzi, eccetto ove espressamente stabilito nel presente documento.

Questo Sito Web consente un accesso internazionale degli utenti e può contenere riferimenti, o riferimenti incrociati, a prodotti, programmi e servizi di turismo soriano calabro. che nel vostro Paese non sono disponibili o sono vietati.

Il Sito Web occasionalmente può risultare parzialmente o totalmente non disponibile, a causa di malfunzionamenti meccanici, di telecomunicazione, di software, di hardware e a causa di terzi fornitori di beni o servizi. Turismo Soriano Calabro non è in grado di prevedere nè di controllare il momento in cui si verificano tali tempi di arresto e non è in grado di regolarne la durata. Turismo Soriano Calabro quindi non è  responsabile di eventuali danni, infortuni o di qualsivoglia altra perdita derivante da tale mancata disponibilità del Sito Web.

Turismo Soriano Calabro  cercherà di garantire la precisione e la completezza delle informazioni fornite su questo Sito Web, nonchè dei relativi documenti; Turismo Soriano Calabro tuttavia non è responsabile di errori di stampa, informazioni superate, imprecisioni tecniche o di prezzo, errori tipografici o di altro tipo che compaiono nel Sito Web. Le informazioni e i relativi documenti possono essere modificati senza preavviso. Turismo Soriano Calabro può cessare o sospendere l’accesso degli utenti a questo Sito Web o a parte di esso in qualunque momento, senza preavviso e per qualunque motivo.

Questo Sito Web può contenere dei collegamenti ipertestuali ad altri siti web che sono del tutto indipendenti da questo Sito Web e Turismo Soriano Calabro. Turismo Soriano Calabro non afferma e non garantisce nulla in merito a precisione, completezza o autenticità delle informazioni contenute in tali collegamenti ipertestuali; parimenti, nessun eventuale collegamento ipertestuale ad un’altra persona od organismo sarà da intendersi come un’approvazione da parte di Turismo Soriano Calabro del sito http://www.turismosorianocalabro.org, dei prodotti, dei servizi, delle azioni, delle omissioni e delle dichiarazioni di tale persona od organismo. IL COLLEGAMENTO DA VOI EFFETTUATO A QUALUNQUE ALTRA PAGINA ESTERNA AL SITO O A UN ALTRO SITO è A VOSTRO RISCHIO. Turismo Soriano Calabro non garantisce la confidenzialità dell’uso che voi fate di questo Sito Web. Turismo Soriano Calabro non sarà da ritenersi responsabile di eventuali inconvenienti subiti da voi o da qualunque persona come conseguenza della violazione della riservatezza in riferimento all’utilizzo da parte vostra di questo Sito Web o di eventuali informazioni da voi trasmesse a questo Sito Web.

Questo Sito Web può contenere “news”, articoli, dati e collegamenti verso siti di Enti pubblici e privati o partner.

Tali siti possono inoltre contenere collegamenti attraverso i quali è possibile accedere a questo Sito Web.

NON inviate nè trasmettete a questo Sito Web alcun materiale pornografico, osceno, profanatorio, diffamatorio, calunnioso, proferente minacce, illegale o altro materiale che potrebbe costituire o incoraggiare un comportamento tale da costituire un crimine, dar luogo ad una responsabilità civile o violare in altro modo qualsivoglia legislazione o regolamento.

Nel caso in cui un utente di questo Sito Web invii delle osservazioni o dei dati, per esempio idee, commenti, suggerimenti o domande in merito a qualunque prodotto o servizio di questo Sito Web, tali informazioni saranno considerate NON RISERVATE.

 

Privacy – Informativa ai sensi dell’art. 13, D.lgs n. 196/03 
I dati personali comunicati con l’invio del presente modulo vengono acquisiti unicamente per lo svolgimento delle attività di assistenza richieste dagli utenti del sito www.turismosorianocalabro.org. A tal fine i dati saranno raccolti, registrati e trattati anche in maniera automatizzata con le modalità strettamente necessarie al perseguimento dello scopo. Il responsabile e gli incaricati del trattamento potranno pertanto venire a conoscenza dei dati forniti. I dati non saranno diffusi né comunicati a terzi ed è possibile accedervi rivolgendosi alla segreteria di www.turismosorianocalabro.org, responsabile del trattamento, per verificarne l’utilizzo o per correggerli, aggiornarli, cancellarli od opporsi al loro trattamento ai sensi dell’art. 7 della citata legge.